Back
CC Proof COPYRIGHT PROTECTION Skyscraper.

Jewellery for Peace a new exhibition at Museo del Gioiello di Vicenza

Whiteboard
Published: 07.09.2015
Author:
Eugenia
.

© By the author. Read Klimt02.net Copyright.

JEWELLERY FOR PEACE la new exhibition al museo del gioiello di Vicenza
Noemi M. A. Cantarero con "Sew Peace" si aggiudica il Next Jeneration Jewellery Talent Contest 2015
 
La quarta edizione del contest dedicato ai giovani designer under 30, organizzata da Fiera di Vicenza in collaborazione con la Scuola di Design del Politecnico di Milano, ha premiato la giovane designer Noemi M. A. Cantarero che ha firmato
“ Sew Peace”, scelta tra oltre 155 creativi internazionali.

Il simbolo della pace, quello creato dal designer britannico Gerald Holtom alla fine degli anni Cinquanta come simbolo per la campagna per il disarmo nucleare e divenuto icona negli anni Sessanta quale simbolo dell’antimilitarismo, viene ripreso per diventare oggetto prezioso e manifesto di cui il corpo si fa portatore.
Una superficie di pochi centimetri in cui è ben espresso il grande concetto di  pace come unità. Unità nella forma, nel concetto di simbolo, nell’atto creativo. Sulla superficie preziosa si dispiega non solo il concetto simbolico di pace ma si suggerisce anche la via, forse l’unica, per raggiungerla o almeno avvicinarsi a quell’ideale di cui parlava Hesse .
 Il simbolo campeggia sul fondo argento circolare – che rimanda all’idea di un mondo unito - che, trascendendo il concetto di genere, come uno stemma contemporaneo, può essere alternativamente indossato come bottone o come spilla. Una pace preziosa, quindi, dalla semplicità quasi disarmante. Che ci ricorda quanto sia preziosa ma soprattutto semplice e facile, in fondo, la pace. Non ha  bisogno di preziosismi, citazioni o effetti speciali per essere compresa ma solo di una grande volontà comune per essere realizzata. L’atto del cucire, dell’unire è l’unico possibile perché il simbolo prenda vita – si ricordi anche il termine simbolo nella sua etimologia greca di mettere insieme, far coincidere - divenendo esso stesso sinonimo di pace, atto creativo, desiderio di libertà.
 
 Secondo classificato il bracciale "Utopia" di Laura Lanaro, un gioiello che esprime la libertà dietro il concetto di pace. Terzo posto ex aequo per l’italiana Lisa Contini, con il collier “Frammenti d’unione” ed il francese Simon Bichet con il bracciale “Prec[ar]ious Peace”.
 La giovane designer siciliana che ha studiato al Politecnico di Milano  ha solo 22 anni e ha avuto l'onore di essere stata premiata dal designer olandese Gijs Bakker.

La mostra Gioielli Per La Pace, che racconta la pace attraverso le creazioni dei 20  finalisti di Next Jeneration Jewellery Talent Contest 2015,  curata da Alba Cappellieri e Livia Tenuta presso il museo del gioiello di Vicenza sarà aperta al pubblico dal 5 settembre e proseguirà fino al 7 gennaio 2016.
 
Eugenia Gadaleta
 
Appreciate APPRECIATE