Back

Anna Fornari: Il futuro degli etruschi

Meeting  /  23 Apr 2010  -  02 May 2010
Published: 23.04.2010
Antiquarium comunale
.

© By the author. Read Klimt02.net Copyright.

Intro
The issue of recovering the value of craft is increasingly present in cultural debates, with strong sociological and social connotations in an era characterized by an increasingly popular technology hysteria.

Artist list

Anna Fornari
Il futuro degli etruschi - The future of the Etruscans
Personal exhibition of Anna Fornari by Claudio Franchi
 
30 aprile 2010  ore 9.30: Innovate while preserving
Conference and debate on the recovery of excellence in crafts, through the experience of the goldsmith by Anna Fornari and Claudio Franchi

Participating in the event: Primavera Dell'Artigianato

Regaining the value of manual skills is more and more present in cultural debates. In our days, characterized by technology promising progress, the “homo faber” becomes the true innovation in this current social crisis.
The !”Antiquarium” in Corciano  proposes itself like an ideal space to recover imagination together with the ability to apply the historical knowledge to the new expressions of contemporary life.
Manual skills and experimentations of shapes and materials are able to give back to the contemporary people, their lost dignity, their freedom so to prevent the danger of completely losing any even very simple manual ability.
The theme of rediscovering new shapes, techniques, abilities in communicating history and witness a tradition, suggests the obvious  evolution of memory.

Il tema del recupero del valore della manualità è sempre più presente nei dibattiti culturali, con forti connotazioni sociologiche e sociali. In un'epoca caratterizzata da una forma sempre più diffusa d'isterismo tecnologico, che promette progresso e gratificazioni - entrambi puntualmente disattesi - l'homo faber diviene la vera proposta innovante per rispondere all'attuale stato di crisi.
L'Antiquarium comunale di Corciano propone un'idea-prototipo funzionale allo stimolo di identificare nel luogo-museo lo spazio ideale per il recupero dell'immaginazione, dell'esercizio del saper vedere, della capacità di applicare l'insegnamento della storia ai nuovi linguaggi del contemporaneo.
Le arti orafe da sempre costituiscono l'avamposto della sperimentazione tecnica, della ricerca formale, della costruzione di linguaggi, il cui studio in ambito archeologico ha permesso la conoscenza degli usi e costumi delle società più remote della storia dell'uomo.
Abilità manuale e sperimentazione formale possono restituire all'uomo moderno la dignità perduta, la libertà a lungo desiderata, il recupero di una serie di valori necessari a riequilibrare gli scompensi di una società che rischia una pericolosa involuzione nella direzione del "disimparare", anche per i processi più semplici di intervento manuale.
Il tema della riscoperta di una qualità nuova, intesa come insieme di forma, tecnica,logica, capacità di comunicare una storia, testimoniare una tradizione o un rapporto unico con la realtà territoriale, si pone come logica evoluzione del luogo della memoria.
Anna Fornari. Brooch: Ammoniti, 2010. Gold, copper. Photo by Anna Fornari. Anna Fornari
Brooch: Ammoniti, 2010
Gold, copper
Photo by Anna Fornari
© By the author. Read Klimt02.net Copyright.
Anna Fornari. Necklace: Costolature, 2002. Silver, rock crystal. Photo by Anna Fornari. Anna Fornari
Necklace: Costolature, 2002
Silver, rock crystal
Photo by Anna Fornari
© By the author. Read Klimt02.net Copyright.
Appreciate APPRECIATE